La vaccinazione Antidifterica



Tenuto conto che la vaccinazione antidifterica Ŕ obbligatoria nell'infanzia, ai viaggiatori adulti che si recano nei Paesi dell'ex Unione Sovietica o in altri Paesi dell'Europa dell'est, Ŕ consigliato solo un richiamo.

Il vaccino Ŕ costituito da anatossina difterica purificata, preparata a partire dalla tossina difterica neutralizzata con formolo. E' di solito associato al vaccino antitetanico.

La somministrazione Ŕ per via sottocutanea o intramuscolare.

La dose di richiamo ha una concentrazione in tossina diversa da quelle delle prime vaccinazioni per l'infanzia.

Effetti collaterali: dolore, arrossamento, tumefazione nella zona di inoculazione sono inconvenienti possibili. Raro Ŕ un rialzo febbrile nelle 24-48 ore successive all'iniezione.
In generale la vaccinazione non va fatta a soggetti con malattie febbrili in corso.
Controindicazione assoluta Ŕ invece l'allergia accertata al vaccino.
La gravidanza non costituisce controindicazione alla vaccinazione.
La sieropositivitÓ per HIV, in assenza di patologie in atto, non controindica la vaccinazione.



Ritorno allo sportello.

Ritorno alla Home page.